"Parola magica": Peach

13 gennaio 2016

Da pochi giorni è stata rilasciata, per il mercato iOS, Peach, una nuova app, ideata da Dom Hoffman, il cofondatore di Vine. 
Ma cos'è Peach? È un ibrido tra un’app di messaggistica e un social network. 

Cosa lo rende più innovativo e curioso?  
Peach si differenza dagli altri social per tante caratteristiche, innanzitutto è più intimo perché si possono vedere solo i profili che hanno accettato la nostra amicizia, non ci sono condivisioni o tag o hashtag, ma solo like e commenti; la timeline non esiste per cui per vedere i post dei nostri amici dobbiamo entrare nel loro profilo (sarà stesso l’app che ci dirà quali tra i nostri amici hanno pubblicato qualcosa), inoltre non è possibile inviare messaggi diretti.
Una funzionalità che probabilmente le permetterà di sopravvivere, e chissà un giorno sfidare anche il colosso americano Facebook, è che basta una "parola magica" per pubblicare  tutto ciò che vuoi in maniera immediata. Si tratta di una serie di comandi che se vengono digitati danno la possibilità di accedere a diverse funzioni come: aggiungere un’immagine gif, navigare sul browser, condividere la propria posizione e perfino disegnare qualcosa. 

Ad ogni modo quale sarà il destino di Peach non ci sono indizi per prevederlo ora ma, se la storia fin’ora ci ha insegnato qualcosa è che niente può far preoccupare Zuckerberg: se Peach non fallirà sarà lui stesso a compararselo. Seguiteci e vi terremo aggiornati.

torna alla lista #webbites

ALTRI #WEBBITES